Microwedding per definizione un matrimonio molto intimo con una lista ospiti al di sotto dei 50. E oggi vediamo insieme tutto quello che devi sapere sui microwedding, che stavano già diventando di tendenza negli ultimi anni e che, con le nuove evoluzioni della situazione Covid-19, diventeranno sicuramente un’opzione interessante per molte coppie di sposi.

 

MICROWEDDING: NON PROPRIO MATRIMONIO INTIMO, NON ANCORA ELOPEMENT

tavolata imperiale per meno di 30 persone

Cosa fa la differenza tra un matrimonio intimo, un elopement e un microwedding? I numeri! O meglio la vostra lista invitati.

Fughiamo ogni dubbio:

Matrimonio intimo: lista invitati mai superiore ai 100, tendenzialmente tra i 50 e gli 80 invitati

Matrimonio micro: nel microwedding, micromatrimonio, ho sentito chiamarlo anche minimonio (anche se non mi piace molto questa definizione 😛 non chiedetemi perchè) la lista degli invitati non supera mai i 50 ospiti, spesso sta intorno ai massimo 30 invitati.

Elopement: non ci sono invitati, solo voi due, spesso in un posto dove Madre Natura crea per voi una cornice meravigliosa e mozzafiato. Una sorta di fuga d’amore. (Se vi va possiamo approfondire in un articolo dedicato.. che dite?)

Sì, lo so che vi state chiedendo “ma perchè dovrei scegliere un microwedding”? Ah beh così me la servite su un piatto d’argento! Se lo chiedete a me, vi dico che trovo ci siano moltissimi punti a favore. Vediamoli insieme.

 

MICROWEDDING: TUTTI I PRO

  • BUDGET

microwedding tableau mariage

Il vostro budget, magari giusto giusto per un matrimonio tradizionale, diventa oro per un microwedding! La differenza la fanno anche qui i numeri. Infatti una delle voci che nel vostro budget occuperà una buona percentuale è sicuramente quella della parte food & beverage, di media parliamo di 100-120 € a persona. Pensate ora di dover moltiplicare questa cifra per 50 e non per i più classici 150. Beh c’è una bella differenza! Non credete?

 

  • L’HO VISTO SU PINTEREST!

Ah questa frase vi piace tantissimo e me la ripetete spesso! Siamo sempre molto contente di vedere che prendete ispirazioni, è anche vero che a volte l’aspettativa e la realtà non si incontrano, specie se quello che vedete è particolarmente elaborato. E allora perché rinunciare? Se ci tenete molto e gli allestimenti sono una vostra priorità, la vostra wedding planner potrà gestire quel budget “risparmiato”, per il cibo di un centinaio di ospiti, ricollocandolo nella voce del Wedding Design!

 

microwedding

 

  • AUTENTICITÀ

Spesso la voglia di avere tante persone al matrimonio è legata al nostro bisogno intrinseco di mostrare e di avere a discapito del, secondo me più importante, sentire e sopratutto essere. Un matrimonio piccolino, un microwedding, vi permette di essere autentici a partire dalla lista degli invitati. Niente inviti forzati, per far contenti altri, per invitare quel parente di terzo grado che nemmeno conoscete, solo perché “si deve fare”.

Basta con questo “si deve”; il matrimonio non è il giorno dell’etichetta, in matrimonio è il giorno più felice della vostra vita e la felicità non c’entra proprio niente con l’etichetta. (Ma questo vale in ogni ambito della nostra vita eh, ormai state imparando a conoscermi e lo sapete come la vedo io).

MICROWEDDING CENA

A parere mio, micro=autentico, vero, perché sarete circondati da vero amore e felicità per voi, perché le persone davvero importanti per noi spesso “stanno nelle nostre mani” (intendo si contano sulleditadelle mani, a volte anche solo di una).

 

  • VERA ATTENZIONE AL DETTAGLIO

Tutti parlano di attenzione ai dettagli, è un must sopratutto nel nostro mestiere.  Anche se io non lo considero un punto di forza di un wedding planner perché, sinceramente, non vedo come si potrebbe fare il nostro lavoro senza attenzione ai dettagli, credo piuttosto che sia un punto di partenza, insomma per noi è la base. I punti di forza di un wedding planner credo siano altri, quindi fate attenzione anche voi alla delicata scelta, non fatevi abbindolare dal solito “sono attento ai dettagli”, ci deve essere molto di più, perché voi meritate molto di più. Scusate la piccola doverosa parentesi ;P )

Torniamo a noi! I dettagli: importantissimi certo, e noi, come voi, ci teniamo moltissimo. Ma un conto sono i dettagli per 30-50 ospiti un conto per 150. Vi faccio subito un esempio, pensiamo di dover produrre un segnaposto personalizzato: per 50 persone possiamo pensare al fatto a mano, magari al made in Italy, a materiali di primissima qualità e ad un professionista d’eccellenza che si occupi della realizzazione. Sui grandi numeri, a meno che non ci sia un budget considerevole, non possiamo farlo e dobbiamo magari scegliere solo una di queste cose a scapito delle altre.

microwedding attenzione ai dettagli

In questa foto potete capire cosa intendo: ho fatto realizzare questi piatti e segnaposto in ceramica (che ho chiamato segnaposto motivazionali, sapete che mi piace!) realizzati a mano, ad hoc per i nostri sposi e i loro, pochi, ospiti.

 

Vorrei, per par condicio, darvi qualche contro, ma, per il mio modo di vedere le cose, non me ne vengono in mente. Sorry ;P

Spero che questo nuovo articolo su tutto quello che devi sapere sul microwedding ti sia piaciuto! Io come sempre ti aspetto se hai dubbi o domande e ti mando

Un contagioso sorriso

Martina

Photo credits: Wedding Cherie