Il matrimonio, si sa, è uno degli eventi della vita che provoca maggiore stress e spesso quando lasciamo che quest’ultimo prenda il sopravvento, non riusciamo a ritornare ad una gestione normale e sana delle nostre emozioni e tutto ci sembra un ostacolo invalicabile.

 

Ma cosa determina lo stress da matrimonio?

Ci sono almeno 5 fattori importanti che vanno tenuti sotto controllo:

 

 

1- Fattore di stress N. 1 nell’organizzare il matrimonio: la gestione del tempo

 

Sopratutto per chi non si affida ad un professionista, la gestione della timeline che dal Sì vi porta al matrimonio è grande motivo di ansia. Se non hai bene chiaro tutto ciò che ti aspetta, e di solito è così perché la maggior parte delle coppie non ha esperienza in fatto di matrimonio, il rischio di dimenticare un pezzo importante e di “lavorare poi in emergenza” è davvero molto alto. Questo cosa provoca? STRESS!! 

 

2- Fattore di stress N. 2 nell’organizzare il matrimoni: la cura maniacale del dettaglio

 

Lo so, lo so, non me lo devi dire… so che vuoi che tutto sia perfetto! Ma secondo te cos’è la perfezione? E sopratutto esiste? Ah qui si apre un mondo e potremmo stare a parlarne per ore. Secondo me la perfezione non esiste così come la si intende solitamente. Credo piuttosto che la perfezione sia una questione di percezione, secondo me la perfezione è l’accettazione di quelle perfette imperfezioni che rendono il tutto autentico e vero. Il rischio di essere troppo fissate sui dettagli è, oltre che guadagnarti il nomignolo di Sposa-zilla (invenzione Americana che unisce bride -sposa- a Godzilla, il famoso mostro di film e fumetti.. creando così la mitologica figura di una sposa tutt’altro che eterea, sorridente e gioviale 😜) anche quello di…. indovina? Essere letteralmente sopraffatta dallo STRESS DA MATRIMONIO!

3- Fattore di stress N. 3 nell’organizzare il matrimonio: essere continuamente sottoposti a scelte

 

 

Giugno o Luglio? Pranzo o cena? Risotto o pasta? Carne o pesce? ….. Aiuto!! E spesso le opzioni sono molte di più e qui arriva il vero problema. Questo essere sottoposti continuamente a scelte e l’avere sempre una vasta gamma di opzioni, può provocare grande stress. Hai mai sentito parlare di decision fatigue? 

La qualità delle decisioni prese è inversamente proporzionale al numero delle decisioni che dobbiamo prendere. 

Quando si è sottoposti a stress per le tante decisioni da prendere e per la grande varietà di opzioni, si rischia di fare la scelta sbagliata o di procrastinare e non scegliere affatto. È come quando al ristorante ti elencano una ventina di primi e una ventina di secondi .. e tu finisci per non capire più nulla e per ordinare per inerzia la solita lasagna. È un peccato!  Ecco perché, personalmente, propongo alle mie coppie poche selezionate opzioni. Perché vi voglio bene e vi voglio preservare da questo ulteriore stress.

 

perchè scegliere una wedding planner

4- Fattore di stress N. 4 nell’organizzare il matrimonio: aspettative e pressioni delle famiglie di origine

 

Eh già.. questo è un argomento sempre molto delicato e come tale può creare tensioni sopratutto nella coppia. Ci sono famiglie che riescono a vivere e far vivere ai propri figli il matrimonio in maniera serena, senza il bisogno di controllare o plasmare la giornata a loro immagine e somiglianza. Nascono così meravigliosi e costruttivi momenti di famiglia e ricordi sereni.

Purtroppo ci sono anche famiglie che, senza rendersene conto, rendono il percorso di organizzazione al matrimonio ancora più stressante di quello che è. È abbastanza normale che un figlio cerchi l’approvazione del genitore, ma se questa deve diventare motivo di grande tensione nella coppia che non si sente libera di esprimersi e di scegliere (ad esempio chi invitare alle nozze o che tipo di matrimonio desidera) allora sarebbe bene chiedere ai genitori di fare un passo indietro. Il bene che vogliamo ai nostri genitori non diminuisce o aumenta a seconda di quanto li facciamo partecipare alle decisioni delle nostre nozze.

Come sempre la strada giusta è un sano equilibrio.

 

Quando questo non viene stabilito, si creano situazioni molto pesanti per le coppie o per uno dei due futuri sposi, se una delle due famiglie è più pressante dell’altra. Il mio consiglio, per chi sa di avere delle famiglie, passatemi il termine, “potenzialmente ingombranti”, è di creare una situazione serena e conviviale, prima di intraprendere l’organizzazione delle nozze, durante la quale gli sposi possano parlare delle loro aspettative e dei loro bisogni, a cuore aperto, con le famiglie di origine. Occorre molto tatto, empatia e comprensione da parte di tutti. Se sai che questa è, per voi, la situazione di rischio stress da matrimonio numero uno, ti consiglio di prendere coraggio e mettere le basi di una serena organizzazione fin da subito.

 

5- Fattore di stress N. 5 nell’organizzare il matrimonio: mediazione di coppia

 

Due mondi completamente diversi che si uniscono, devono necessariamente trovare un punto di incontro. E se non lo si trova? Eh, bella domanda… se non lo si trova occorre farlo! Altrimenti che succede? Dai ormai lo sai… stress da matrimonio alle stelle!

So quello che stai pensando, beh tanto lui mi farà prendere tutte le decisioni, non credo gli importerà molto dei fiori o cose simili. 

 

matrimonio stress coppia

 

Lascia che te lo dica, negli ultimi anni ho avuto a che fare, sempre più spesso, con sposi (non solo spose) interessati e coinvolti in ogni fase della preparazione al matrimonio. Anche qui il segreto è parlarne prima: trovate dei punti di incontro, la vostra wedding planner sarà sicuramente un’ottima mediatrice in questo, ma cercate di definirlo prima di andare da lei. Prendetevi un momento e mettere giù una lista di cose che per voi non possono mancare, e aggiungete anche le cose che non vi piacciono: questa di solito è una delle domande che vi faccio durante il nostro primo incontro e spessissimo non sapete cosa rispondermi, perché non avete mai parlato. Da qui nascono le divergenze!

Parlate, parlate, parlate!

 

Decidete su cosa vorreste avere carta bianca e se l’altro è disposto a lasciarvela, su cosa vorreste essere coinvolti, su cosa volete avere ruolo di consiglieri e su cosa invece fate volentieri un passo indietro. Create fra queste situazioni un equilibrio, in modo tale che ognuno di voi abbia dei ruoli ben definiti. 

 

 

Direi che mi fermo qui, ci sarebbero molte altre situazioni che creano stress durante l’organizzazione del matrimonio, ma credo che già queste 5 rendano bene l’idea e siano più che sufficienti. Mi sembra già di vederti, la vena inizia a pulsare e ti sta prendendo la tachicardia. 

 

Respira! Anche perché potevo mai fare un articolo del genere senza darti una mano? Non è proprio da me!

 

 

Infatti, oltre che avere a che fare quotidianamente con le spose, eh si le principali interessate in questo caso sono proprio le spose, posso parlare anche per esperienza. Sono stata anche io una sposa presa dalle mille cose da fare, dalle aspettative per un evento che sognavo da tutta una vita, dal tic tac che segna il tempo che passa e il giorno del matrimonio che si avvicina sempre più. Ti capisco bene. Però voglio dirti una cosa, quando ormai quasi dodici anni fa, mi sono sposata, sono arrivata ad un certo punto (un po’ troppo sotto data eh…) a rendermi conto che in quella miriade di impegni e to do list, mi stavo dimenticando di vivermi il momento. Ed è stato a quel punto che ho rallentato, ho iniziato a portare l’attenzione su ciò che il gesto che stavamo per compiere significava per me e a godere di ogni istante.

 

Grazie a quel repentino cambio di rotta, in “zona Cesarini” come si suol dire, sono riuscita davvero a godermi il mio giorno speciale, come desideravo e come meritavo. All’epoca feci tutto in maniera spontanea, non conoscevo la “teoria” dietro a ciò che stavo facendo per godermi ogni istante. Oggi, dopo anni dedicati alla crescita personale, dopo migliaia e migliaia di pagine lette, decine di approcci diversi, ne ho consapevolezza. Scremando e raccogliendo ciò che è giusto per me, ho creato la mia strada per fermarmi, respirare e cogliere l’attimo.

 

Non ho di certo inventato nulla, ho solo preso il buono (per me) in ogni libro letto, in ogni esperienza fatta e oggi cerco di metterla a disposizione delle mie coppie per gestire meglio lo stress da matrimonio e arrivare pronti e ricettivi, per godere ogni istante al meglio. Sia chiaro che non sono un medico, non sono una psicologa quindi ciò che scrivo e propongo sono solo frutto di una mia esperienza personale che voglio semplicemente condividere con le coppie che si affidano a me, con gioia, semplicità, sperando che possa aiutare anche solo un pochino.

Immagina quindi come sarebbe se anche tu potresti fare come ho fatto e fermarti e respirare per godere ogni istante ma fin da subito?

 

Martina Polimeni Wedding Planner

 

Ho quindi ideato e registrato per te, un minicorso composto da due podcast. Uno per gestire attraverso il respiro consapevole quei momenti in cui l’ansia prende il sopravvento e un’altro, potentissimo, per visualizzare il giorno del tuo matrimonio. Il minicorso è in vendita ad un prezzo di lancio e lo trovi sul sito anamipercorsidicoppia.it  . Anami è il primo spazio in Italia dedicato ai percorsi di prematrimoniali laici ideato da me in collaborazione con una collega siciliana, Tania Costantino. Se clicchi qui, vai direttamente al corso.

Spero ti possa essere utile come lo è stato per me!

Un sorriso

Martina